P. Marco Antonio Cavanis chiuse la sua vita operosa l'11 ottobre 1853 e fu sepolto nel cimitero di Venezia. L'anno sucessivo la salma fu trasportata trionfalmente e inumata nella Chiesa di S. Agnese. Nella stessa tomba fu deposto il P. Antonio Angelo quando morì nel 1858

 



Storia documentata

P. FRANCESCO SAVERIO ZANON

DELLE SCUOLE DI CARITÀ 

 

 I SERVI DI DIO P. Anton'Angelo e P. Marcantonio 

 

CONTI CAVANIS

 

STORIA DOCUMENTATA DELLA LORO VITA

 

(Il P. Zanon racconta come il P. Tormene, Preposito generale, gli diede l’incarico, nel 1918, di redigere una “Vita documentata” dei PP. Fondatori.)

 

Volume 1.                        Volume 2


Le virtù di P. Antonio Cavanis

Aspetti meno noti del sul carattere e delle sue virtù.

P. Giovanni di Biasio

 

Abituato a sentir dire che dei nostri Venerabili Fondatori il P. Marco era esuberante, estroverso, allegro, mentre il fratello P. Antonio era introverso, timido, ritirato, raccolto in Dio, ecc., nella mia mente si era formata l’idea che il p. Antonio quasi non sapesse ridere, né scherzare; così univo alla santità un carattere di serietà che confinava con la severità. Non era evidentemente così. Troviamo, infatti, alcune testimonianze dei primi loro discepoli che mettono in risalto una cordialità umana molto ricca in P. Antonio, fatta di gioia interiore ed esterna, di partecipazione vivace alla ricreazione sia dei ragazzi che dei religiosi, di godimento sano e comunitario dei periodi di sollievo, come le vacanze.  Leggi tutto.

 


LA VOCAZIONE DI ANTONIO CAVANIS

P. Giovanni di Biasio

La sera del 21 marzo 1795, un giovane veneziano di 23 anni riprende in mano il quaderno-diario personale che aveva iniziato sotto la guida paterna già dall’età di sette anni, e registra: “Questa mattina col divino aiuto sono stato ordinato sacerdote da Mons. Giovanelli, Patriarca di Venezia… Dio voglia che questo divenga il giorno più felice per me, corrispondendo a tanta grazia, non curando mai più altro che Dio, che sia solo la mia ricchezza, e il mio bene adesso e in eterno” (EM I, p. 111).

Leggi tutto.


Questo è il trittico che è esposto in tutte le parrocchie e opere dove lavorano i padri Cavanis in Brasile. Il 12 marzo,  ricordando il 160 anniversario del dies natalis di P. Antonio si realizzano celebrazioni particolari chiedendo grazie e benedizioni per l'intercessione dei nostri Venerabili Fondatori. Rallegriamoci e chiediamo il coraggio di imitarli nell'impegno generoso di vivere al servizio dei fratelli. (P. Piero Fietta - Preposito generale).